Viaggio nel mio mondo… articolo numero 100!

Scrivevo così, quasi per gioco. Come quel giorno che preso dalla foga decisi di aprire un blog qui, su WordPress. Nella mia vita scrivere è quasi sempre stata una routine, ma non una monotona routine, una routine fatta di up and down, una routine quasi allegra da vivere. Scrivo. Sempre. Da quando ho imparato. Scrivo per passione. E adesso scrivo anche per lavoro. Amo scrivere, amo prendere le emozioni, impugnarle con le mani e donarle a voi, a volte con delicatezza a volte come se fossero sberle. Scrivere è diventata una passione.

È diventato uno stile di vita, è diventato qualcosa quasi dolce, come se la tastiera del pc fosse una donna. E io amo corteggiarla, amo toccarla delicatamente per vederla proiettare sul monito la sua stessa bellezza, la bellezza di quello che ho vissuto. Così ti prendo, ma non ti porto via, sei tu a portarmi via, sei tu a portarmi in un mondo tutto da scoprire e da conoscere: me stesso. Per questo scrivere è il gioco più bello che posso fare. E ti amo. Sì, ti amo scrivere. Mi ricordo Benigni, e no non sono per niente modesto, al massimo molesto, ma mi ricordo lui quando parlando della bellezza della poesia è quasi rapito. Anche io quando scrivo sono rapito, un viaggio nel mio mondo, e mi esploro, e mi scopro, e mi stupisco. Un viaggio che spero non possa finire mai, che spero continui per tutta l’eternità. E anche se prima o poi morirò scrivendo continuerò a vivere. Perché tutto quello che ho battuto, tutto quello che ho detto diventano parte integrante di me, diventano miei pensieri, mie parole e se tu le tocchi, le leggi io entro in te, e vi entrerò anche da morto. Sì, sembra addirittura un po’ filosofica. Forse troppo, eppure le bellezze si nascondono anche qui: su WordPress. Un social network molto ma molto particolare, non “cagato” da nessuno dove tra le parole di uno o dell’altro si nasconde la bellezza di tante vite, di tanti affanni e di tante gioie. Oggi è arrivato l’articolo numero 100. E non smetto di sognare. Ho scritto un libro che sarà pubblicato a maggio, ho fatto quasi 100 articoli anche sulla Gazzetta di Parma e sto per essere ammesso all’ordine dei giornalisti, ho mollato la facoltà di Medicina e intrapreso quella di Comunicazione. Ma le bellezze non si nascondono in questa frase, ma sì, sì in questo capitolo. La bellezza di scrivere, e scrivere ancora e di essere logorroico con me stesso, con la voglia di non voler mollare mai di vista il recitare a parole, il recitare emozioni, e donarle, e farle vivere a chi legge le nostre parole. Mi ha molto colpito ma non sono solo. Anche uno dei miei capi nel quotidiano in cui collaboro ha il suo blog e posta le sue recensioni, e fa vivere scene di film ad altri, senza proiettarle da nessuna parte se non nelle nostre menti. Io voglio fare la stessa cosa. E su dei quotidiani, su dei libri ma anche qui, su WordPress. Il sogno di scrivere continua e questo sogno è come un videogioco: i livelli non si esauriscono mai. Scritto un testo ti immagini già quello successivo, finita una poesia ne hai già in mente un’altra. E vuoi leggere anche le storie degli altri e vuoi vivere anche tu le loro vite. Oggi nella noia della mente ho deciso di scrivere l’articolo numero 100. E voglio dare un consiglio a tutti coloro che vogliono aprire un blog o scrivere: fatelo. E non nascondetevi. Fatelo qui, su delle lettere d’amore, inseguite i vostri sogni fino allo sfinimento. Realizzateli i vostri sogni. Anche quello di scrivere su un blog non è una perdita di tempo. E chiamatela passione, hobby, chiamatela come volete ma non dite mai che è una perdita di tempo. Non mollare mai la presa, scrivete sempre. Scrivete emozioni, affinate le tecniche e il metodo e leggete tanto dagli altri che vi donano le loro parole, che vi donano il loro scritto. Donate anche voi quello che vi passa per la mente, che sia una poesia o un commento ad evento di cronaca, che sia un editoriale o un post simpatico. Non abbiate paura di scrivere. Mai. Ed oggi spengo 100 candeline con questo articolo ma spero presto di spegnerne 1000 o 10mila. O anche di più. Spero solo che troviate un senso a queste parole scritte di getto. E che possiate anche voi scriverlo!

Un pensiero su “Viaggio nel mio mondo… articolo numero 100!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...